Nel 2021 come fare per diventare istruttore di volo?

Come diventare istruttore di volo nel 2021

Per chi è interessato a scoprire come diventare istruttore di volo, in questo articolo spieghiamo le regole attuali.

La passione per il cielo è molto più che un semplice hobby. Lo sa bene chi ha dedicato tempo e impegno per imparare a usare la cloche.

Condurre un velivolo in autonomia e sicurezza è frutto di fatica e tanta pratica, ma può rivelarsi uno sforzo molto proficuo. Infatti, le possibilità di carriera nell’ambito aeronautico sono svariate.

Molti piloti scelgono di condividere la propria esperienza e quello che hanno imparato sul campo con i giovani allievi che si avviano alla professione.

L’insegnamento del volo è per molti una missione, è una grande responsabilità quella di guidare i futuri aviatori e dargli gli strumenti migliori per affrontare le eventuali problematiche che dovessero capitare.

Sfruttare le proprie competenze per insegnare ai futuri piloti è un traguardo prestigioso e permette inoltre di avere orari più regolari. Un vantaggio che molti piloti desiderano, per dare maggiore stabilità alla propria quotidianità.

In Italia sono numerose le scuole di volo presenti sul territorio e sono sempre alla ricerca di professionisti del volo che abbiano il desiderio di condividere la propria passione ed esperienza con gli allievi.

Per chi desidera intraprendere la via dell’insegnamento qui spieghiamo come diventare istruttore di volo.

Leggi anche: Una valida alternativa al prestito con lode pilota

Come diventare istruttore di volo: requisiti e caratteristiche

I requisiti e le caratteristiche da avere per diventare istruttori di volo

Per poter insegnare in una scuola di volo è necessario conseguire l’abilitazione di Flight Instructor. Questa licenza permette di lavorare in Organizzazioni di Addestramento al Volo (ATO).

Gli istruttori si occupano di formare i futuri piloti e sviluppare percorsi di training. Per l’iscrizione al corso sono richiesti alcuni requisiti specifici.

  • Il primo requisito è anagrafico. È richiesta infatti un’età minima di 18 anni.
  • Inoltre, è necessario essere in possesso di una licenza di volo come pilota di linea (ATPL) e/o una licenza di pilota commerciale (CPL).
  • Anche chi è in possesso solo di una PPL, cioè il brevetto di pilota privato può accedere al corso seguendo queste direttive. Per accedere al corso è necessario aver maturato 200 ore di volo di cui almeno 150 come pilota al comando. Per i piloti PPL il corso prevede 10 ore supplementari d’istruzione al volo strumentale e superare l’esame teorico di CPL.
  • Tra gli altri requisiti necessari da presentare in fase d’iscrizione c’è il certificato medico d’idoneità psicofisica in corso di validità.
  • Infine, bisogna possedere l’abilitazione alla conduzione di velivolo monomotore (SEP) e avere effettuato almeno 5h di attività SEP nei sei mesi antecedenti al corso.

Per l’accesso al corso è inoltre previsto un Pre-entry Flight Test.

Il corso per diventare istruttore di volo si compone di due parti: teoria e pratica.

  • Il corso teorico è di 125 ore in cui si studieranno in aula le normative, la tecnica didattica e lo sviluppo del piano didattico.
  • Il corso pratico riguarda l’addestramento in volo. La parte pratica prevede un minimo di 30 ore stabilite dalle normative e viene svolto sui velivoli in dotazione alla scuola di volo.

Leggi anche: Conteggio ore di volo per pilota aereo: soglie ed esigenze da conoscere

Scegliere la scuola di volo migliore per diventare istruttore di volo

Presa la decisione di dedicarsi all’insegnamento e dopo aver capito come diventare istruttore di volo è ora di dedicarsi ad un passaggio fondamentale: scegliere la scuola di volo a cui affidarsi per la formazione.

Il primo elemento da verificare al momento del vaglio delle varie scuole di volo è che sia certificata dall’ENAC, Ente Nazionale per l’Aviazione Civile italiana. Questo permette di avere una garanzia sulla qualità e sulla serietà della scuola.

Tra le scuole di volo accreditate dall’Enac anche noi di Urbe Aero proponiamo tra i nostri corsi il FI, per diventare Flight Instructor, nella nostra sede di Roma in cui operiamo da oltre 10 anni.

Un’altra caratteristica da verificare al momento di selezionare la scuola di volo è la strumentazione offerta per la pratica di volo. In Urbe Aero mettiamo a disposizione l’intera flotta di velivoli all’avanguardia e i due simulatori. La nostra è la flotta tra le più moderne in Europa grazie alla strumentazione Glass CockPit.

Domande frequenti

Quali sono i requisiti per diventare istruttore di volo?

Per poter insegnare in una scuola di volo è necessario conseguire l’abilitazione di Flight Instructor che permette di lavorare in Organizzazioni di Addestramento al Volo (ATO).

Per l’iscrizione al corso sono richiesti i seguenti requisiti specifici:

  • un’età minima di 18 anni;
  • avere un certificato medico d’idoneità psicofisica in corso di validità;
  • essere in possesso di una licenza di volo come pilota di linea (ATPL) e/o una licenza di pilota commerciale (CPL);
  • aver conseguito 20 ore di volo di navigazione VFR (Visual flight rules), come pilota al comando, nella categoria di aeromobili adeguata. Durante la navigazione VFR, bisogna inoltre aver coperto almeno 540 Km con atterraggio e scalo in 2 differenti aeroporti;
  • possedere l’abilitazione alla conduzione di velivolo monomotore (SEP) e avere effettuato almeno 5 ore di attività SEP nei sei mesi antecedenti al corso.

Anche chi è in possesso solo di una PPL, cioè il brevetto di pilota privato può accedere al corso ma, oltre ad aver maturato 200 ore di volo di cui almeno 150 come pilota al comando, per loro il corso prevede 10 ore supplementari di istruzione al volo strumentale e superare l’esame teorico di CPL.

Infine, per l’accesso al corso è inoltre previsto un Pre-entry Flight Test.

Come si compone il corso per diventare istruttore di volo?

Il corso per diventare istruttore di volo dura dai 2 ai 3 mesi e si compone di due parti: teoria e pratica.

Il corso teorico è di 125 ore in cui si studieranno in aula le normative, la tecnica didattica e lo sviluppo del piano didattico. Il corso pratico riguarda l’addestramento in volo e prevede un minimo di 30 ore che viene svolto sui velivoli in dotazione alla scuola di volo.

Terminato il corso e conseguita l’abilitazione, sarà possibile trovare un impiego presso le ATO ovvero le Organizzazioni di addestramento al volo. Si potrà impartire un addestramento teorico e pratico agli studenti iscritti a corsi modulari e/o integrati per il conseguimento delle licenze professionali e private.

Quanto viene pagato un istruttore di volo?

Ci sono molti fattori che influenzano lo stipendio di un istruttore di volo come, ad esempio, essere un professionista nel pilotare specifici velivoli, oppure essere un pilota con esperienza in tratte intercontinentali o un neo pilota di linea. Tali professionisti per forza di cose percepiranno salari differenti.

La retribuzione di un istruttore può dipendere anche dal tipo di formazione che offre e dalle mansioni che svolge nella scuola: alcuni professionisti si occupano solo delle lezioni teoriche in aula, altri si dedicano alle lezioni pratiche e insegnano il pilotaggio di una categoria di aeromobili e chi, invece, ricopre entrambi i ruoli.

Per questo motivo è complesso definire con precisione quanto guadagna un istruttore di volo. In linea generale, è possibile dire che un istruttore di volo può guadagnare intorno ai 40/60 euro l’ora e, se possiede delle abilitazioni speciali, può arrivare fino agli 80 euro l’ora.

Quanto dura e quanto costa un corso per diventare Flight Instructor?

Il corso per diventare istruttore di volo e acquisire l’abilitazione FI ha una durata di circa 2/3 mesi durante i quali si frequenta una parte teorica e una pratica.

La parte teorica insegna le normative, la tecnica d’insegnamento e lo sviluppo del piano didattico, mentre la parte pratica riguarda prettamente l’addestramento in volo.

Il costo da sostenere per diventare istruttore di volo si aggira intorno agli 8.000/15.000 euro. È un investimento notevole ma, una volta terminato il corso e conseguita l’abilitazione, sarà possibile trovare un impiego presso le ATO ovvero tutti gli Istituti e le Organizzazioni di addestramento al volo.

In tal modo si potrà impartire un addestramento teorico e pratico agli studenti iscritti a corsi modulari e/o integrati per il conseguimento delle licenze professionali e private.

Come essere un bravo istruttore di volo?

Il requisito indispensabile per essere un bravo istruttore di volo è essere un valido pilota.

Tuttavia l’esperienza di volo talvolta non basta perché un buon istruttore di volo deve possedere diverse capacità. Oltre alle competenze tecniche, infatti, deve avere abilità informatiche ed essere un mentore, uno psicologo e un motivatore per gli allievi.

Un buon istruttore di volo deve essere pignolo e deve saper trasmettere l’importanza per la disciplina e per il rispetto delle procedure. Durante la formazione inoltre, non deve soltanto trasmettere le proprie competenze, ma dev’essere anche in grado di ascoltare creando coinvolgimento attivo.

Nella fase pratica di volo, un bravo istruttore deve fare in modo che l’allievo affronti personalmente le diverse criticità, anche sbagliando. Inoltre deve saper guidare i propri allievi anche dopo la conclusione del percorso di formazione.

Inizia adesso la tua carriera di pilota

Urbe Aero è la scuola giusta per te

Urbe Aero Flight Academy ha effettuato un maxi ordine per l'acquisto di nuovissimi velivoli da addestramento della Diamond Aircraft, grazie all'ottimo rapporto instaurato da anni con il produttore di aeromobili, offrendo così una flotta moderna e all'avanguardia ai propri studenti.
Partecipa al nostro OPEN DAY il 18 febbraio 2023. Incontrerai il team di Urbe Aero Flight Academy e scoprirai come realizzare il tuo sogno di diventare pilota. La partecipazione è GRATUITA ed è prevista previo appuntamento.
Urbe Aero

OPEN DAY

18 febbraio 2023