Tutto su come pilotare un'aereo di linea

Come pilotare un aereo di linea? Tutto quello che c’è da sapere

Pilotare un aereo di linea sembra un’impresa davvero ardua, decisamente non adatta a chiunque. Ed è per questa convinzione che i piloti sono delle figure sempre più stimate e nelle quali si ripone una grande fiducia.

Certamente imparare a pilotare un aereo di linea non è cosa scontata, ma neanche così impossibile come molti potrebbero pensare. Ci vuole impegno, sacrificio e molta determinazione, ma i risultati sono raggiungibili per tutti.

Chiunque infatti può diventare un professionista del volo ed essere in grado di pilotare un aereo di linea con dimestichezza e assoluta sicurezza. Si tratta di una delle carriere più affascinanti e ambite dai giovani e anche dai meno giovani, dal momento che non è mai troppo tardi per realizzare un sogno del genere.

Per raggiungere l’obiettivo è necessario iniziare un percorso di formazione ben definito, decisamente impegnativo ma alla portata di tutti. Questo è volto al conseguimento della licenza di volo ATPL (Airline Transport Pilot Licence), l’unica che abilita alla professione di pilota di linea e che permette quindi di avviare con successo la propria carriera nell’aviazione.

In linea generale, non sono previsti dei limiti di età. Per intraprendere un percorso di questo tipo si dovrà soltanto dimostrare di essere in possesso di alcuni requisiti psicofisici e di conoscenza base.

Vediamo allora in cosa consiste concretamente il percorso ideato per imparare a pilotare un aereo di linea e scopriamo ulteriori dettagli che potrebbero essere utili a chiunque stesse valutando questa prospettiva di carriera.

Leggi anche: Il pilota aereo più bravo del mondo (aggiornato al 2021)

L’ATPL: la licenza per pilotare un aereo di linea

Per pilotare un'aereo di linea devi possedere la licenza ATPL

Come accennato, l’unico fattore che determina l’accesso o meno a un corso di formazione per licenza ATPL è il riconoscimento di specifici requisiti psicofisici e di competenze base.

Nel primo caso, si tratta di un’idoneità che viene certificata dall’Istituto di Medicina Legale dell’Aeronautica Militare. Per ottenerla ci si dovrà sottoporre a visite mediche più o meno specialistiche, come quella oculistica, cardiologica, analisi del sangue e così via.

In merito alle competenze di base, queste sono attestate automaticamente dal possesso di un diploma di scuola superiore. In mancanza di questo, sarà opportuno sostenere un test volto a verificare le proprie conoscenze di base. Tale esame verte solitamente su materie come matematica, fisica e inglese.

ATPL modulare o integrato: qual è il più adatto per pilotare un aereo di linea?

La licenza ATPL è l’unica che consente di pilotare un aereo di linea e per ottenerla è possibile intraprendere due tipologie di percorso formativo: quello modulare o quello integrato.

Con il percorso modulare si raggiunge l’obiettivo uno step alla volta. Il punto di partenza è la licenza PPL, riservata ai piloti di aerei privati, che costituisce requisito indispensabile per accedere alle fasi successive della formazione.

Il percorso ATPL modulare, che si svolge appunto per moduli da completare progressivamente con i propri tempi, rappresenta la soluzione ottimale per tutti coloro che non hanno molto tempo a disposizione da dedicare alla formazione e pertanto preferiscono andare un po’ più a rilento.

Di conseguenza, non è il percorso più adatto se si vuole arrivare a pilotare un aereo di linea in tempi brevi.

I più determinati, invece, dovrebbero optare per un corso di tipo integrato. Si tratta infatti di un percorso intensivo full time, della durata di circa due anni, composto da 750 ore di lezioni teoriche in aula e altre 200 ore dedicate alla pratica di volo.

L’ATPL integrato è sicuramente più rapido rispetto al corrispettivo modulare, ma anche molto impegnativo in termini sia personali che economici. Ciò accade perché, in quest’ultimo caso, la formazione inizia praticamente da zero, non sono richieste competenze di volo pregresse.

Leggi anche: Licenza MPL: cosa vuol dire e come si consegue

Quanto costa imparare a pilotare un aereo di linea?

Se, dal punto di vista dei requisiti, imparare a pilotare un aereo di linea è un’attività accessibile a tutti, non si può dire lo stesso quando si parla di costi. Conseguire la licenza ATPL è infatti costoso anche in termini economici.

Il prezzo oscilla tra i 60000 e gli 80000 euro, ma il costo finale può variare in base a diversi fattori, come ad esempio la scuola di volo in cui si sceglie di formarsi.

Quest’ultima è determinante per il successo del percorso, in quanto rappresenta il primo punto di riferimento per una carriera nel settore e può persino rappresentare una valida soluzione alla questione economica.

Se l’ammontare dell’investimento economico dovesse risultare troppo oneroso per uno studente, infatti, in Urbe Aero offriamo la possibilità di finanziare l’intero percorso e tutte le spese ad esso relative.

Grazie alla collaborazione con BNL gruppo BNP Paribas abbiamo creato il progetto Futuriamo, che concede l’opportunità a tutti gli allievi di finanziare gli studi fino a un importo massimo di 70.000 euro.

In questo modo il sogno di diventare un pilota diventa più accessibile anche dal punto di vista economico, a prova del fatto che chiunque può diventare un pilota e pilotare un aereo di linea per lavoro.

Inizia adesso la tua carriera di pilota

Urbe Aero è la scuola giusta per te

Urbe Aero
Urbe Aero - New Aircraft