Il primo aereo della storia

Il primo aereo della storia: chi lo inventò e chi furono i primi a volare

Potersi spostare in volo è oggi una comodità alla quale sarebbe ormai molto difficile rinunciare.

Siamo talmente tanto abituati alla possibilità di raggiungere mete lontane migliaia di chilometri in poche ore che stranisce l’idea che non sia stato sempre così facile.

In passato, infatti, muoversi da un posto all’altro non era affatto così agevole. In alcune circostanze, anche spostarsi per brevi tratti poteva essere complesso e richiedere parecchie ore o giorni di viaggio. Per questa ragione, l’idea di poter viaggiare sfruttando l’aria come fanno gli uccelli diventò a un certo punto sempre più allettante, tanto da diventare un vero e proprio obiettivo da raggiungere.

In tanti hanno quindi deciso di lavorare su una soluzione che rendesse questo sogno una realtà tangibile, nonostante non tutti nutrissero particolare fiducia in questo progetto. Con il passare del tempo, però, anche i più reticenti si resero conto delle potenzialità che questa creazione rappresentava come alternativa agli allora mezzi di trasporto.

Ci vollero molto tempo, molti studi e numerosi tentativi prima di dar vita a quello che fu il primo aereo della storia, il primo esemplare di velivolo che riuscì ad eseguire un volo completo e che rappresentò una conquista non da poco dopo anni di studi e ricerche.

Scopriamo allora tutto ciò che c’è da sapere sul primo aereo della storia che ha segnato l’alba dell’aviazione.

Leggi anche: Il funzionamento del pilota automatico aereo spiegato in modo semplice

Quando è nato il primo aereo della storia?

Quando è nato il primo aereo della storia?

Come abbiamo accennato, la creazione del primo aereo della storia è stata il frutto di anni e anni di ricerche di numerosi studiosi. I primi appunti in merito sono riconducibili, infatti, a Leonardo Da Vinci nel Quindicesimo secolo.

La vera e propria nascita dell’aereo così come lo conosciamo, però, è avvenuta il 17 dicembre del 1903, quando i famosi fratelli Wright riuscirono a far volare per la prima volta un velivolo da loro progettato. La loro invenzione riuscì a sorvolare per ben 4 volte la città di Kitty Hawk, nella Carolina del Nord, mantenendo il controllo grazie all’ausilio di un motore a bordo.

Questa creazione prese il nome di Flyer, un biplano molto simile a un aliante con un motore di circa 16 cavalli. Un traguardo senza precedenti, che consentì ai fratelli Wright di ottenere il brevetto per la realizzazione del primo aereo della storia.

Leggi anche: Film su piloti di aerei: i cult da vedere assolutamente

Dal primo aereo della storia ai velivoli moderni

Gli aerei moderni

Il Flyer, quindi, è stato solo il punto di partenza per arrivare ai più moderni modelli di velivoli che conosciamo oggi. Il primo aereo della storia ha rappresentato infatti una base fondamentale per gli studi di numerosi costruttori in ogni parte del mondo, che hanno lavorato a lungo per poter arrivare a dei risultati ancor più soddisfacenti.

La prima sfida da affrontare in questo senso fu quella di realizzare un prodotto in grado di volare per un periodo di tempo più prolungato. Di conseguenza, vennero effettuate numerose modifiche ai velivoli, come il potenziamento dei motori e l’ottimizzazione del profilo aereo. Pochi anni più tardi presero il via le prime trasvolate, come quella del pilota Blérot nel 1909 che sorvolò la Manica. L’impresa più memorabile per quegli anni, però, fu quella di Cesare Suglia che attraversò l’intera penisola italiana nel 1913.

La creazione del primo aereo della storia fu ovviamente una grande svolta non solo nel settore dei mezzi di trasporto, ma anche in quello militare. L’avvento delle Guerre Mondiali, infatti, ha comportato un largo utilizzo di modelli di velivoli sempre più aggiornati. Durante gli anni dei conflitti, gli aerei videro continui miglioramenti in vista del loro largo utilizzo nelle battaglie.

Nei periodi seguenti, gli aerei conobbero uno sviluppo ancora più ampio che portò al proliferare del trasporto di massa, così come lo conosciamo oggi. Sono numerosi, ormai, i velivoli presenti nel mercato aeronautico con scopo di trasporto merci o passeggeri. Sicuramente i più noti sono i mezzi a marchio Airbus e Boeing, che hanno creato alcuni dei velivoli più famosi della storia. Un esempio è indubbiamente il Boeing 747, come anche il modello 777 utilizzato dalla compagnia aerea Airfrance.

PS. Vorresti iniziare a lavorare come pilota di volo in una delle più prestigiose compagnie aeree? Partecipa ai corsi della nostra scuola di volo Urbe Aero a Roma!

Inizia adesso la tua carriera di pilota

Urbe Aero è la scuola giusta per te

Urbe Aero
Urbe Aero - New Aircraft