Ecco quanto guadagna un comandante di aereo

Quanto guadagna un comandante di aereo

Diventare un comandante di aereo è probabilmente una delle più alte ambizioni a cui può aspirare un pilota d’aereo.

Si tratta indubbiamente di una delle figure più ammirate, sia dal personale di bordo che dai passeggeri. Esso rappresenta infatti un professionista fondamentale, presente in ogni volo, che si occupa di preservare la salvaguardia di tutti i passeggeri garantendo la massima sicurezza del trasporto in atto.

A fronte di una così elevata responsabilità la domanda sorge spontanea: quanto guadagna un comandante d’aereo? Vale davvero la pena spendere anni e soldi in formazione per ambire a ricoprire questo ruolo?

Prima di ottenere un risultato del genere, infatti, sono molti gli step che un pilota deve superare. Diventare un pilota di linea è, di per sé, una scelta molto impegnativa e nient’affatto immediata. Gli anni di studio sono diversi, così come anche il livello di pratica richiesta per poter costruire una solida professionalità.

Per diventare comandante, quindi, bisogna impegnarsi davvero molto. Gli sforzi saranno adeguatamente ripagati in questo caso? Quello della remunerazione è sicuramente un aspetto fondamentale da valutare se si intende indirizzare la propria carriera in una determinata direzione.

Vediamo allora quanto guadagna un comandante di aereo e quali sono le variabili che possono determinare il suo stipendio.

Leggi anche: Come iniziare a lavorare per compagnie aeree italiane? Qui la risposta

Quanto guadagna un comandante d’aereo: le variabili d’interesse.

Come per molte altre categorie professionali, anche in questo caso non è possibile definire in maniera univoca quanto guadagna un comandante d’aereo, dal momento che il suo stipendio dipende da diversi fattori.

In linea generale, considerato che i piloti Primi Ufficiali guadagnano in media dai 1800 ai 2700 euro, i comandanti riescono a percepire fino ai 10.000 euro netti.

I comandanti riescono a percepire fino a 10.000 euro netti al mese

È evidente quindi che le maggiori responsabilità di un comandante e il prestigio di una tale carica siano ben remunerate a livello salariale.

Ci si potrebbe chiedere, però, quali siano i fattori che determinano lo stipendio finale.

Li scopriremo di seguito, cercando di dare una spiegazione quanto più esaustiva possibile per ognuno di essi.

Anni di esperienza

Si tratta certamente di uno dei fattori che maggiormente influenzano quanto guadagna un comandante di aereo. Un professionista appena divenuto comandante, infatti, potrà vantare sicuramente un salario di tutto rispetto.

Questo, però, non è immutabile. Con l’aumentare degli anni di esperienza svolti in questo ruolo, un comandante potrebbe persino superare la soglia dei 10.000 euro citata in precedenza.

Si tratta di un aumento dovuto non solo agli anni svolti in quella posizione, ma anche al conseguente aumento delle ore di volo svolte.

Compagnia di appartenenza

Gli addetti ai lavori sono ben consapevoli che, nell’aviazione, ogni compagnia aerea prevede un proprio inquadramento contrattuale. I livelli salariali possono variare notevolmente da un’azienda all’altra, come anche eventuali benefit extra previsti per i propri piloti.

In Europa, ad esempio, gli stipendi medi di un comandante delle maggiori compagnie low cost possono arrivare anche a 110.000 euro l’anno, corrispondenti a circa 9.000 euro al mese.

Le compagnie di bandiera, invece, sono famose per garantire una retribuzione superiore ai propri comandanti. Se si parla di nomi come British Airways o Cathay Pacific, si possono raggiungere anche 190.000 euro l’anno.

Leggi anche: Enac e licenze di volo: tutto quello che devi sapere

Il Paese in cui si opera

Si tratta di un aspetto che ha un elevato peso sul guadagno di un comandante d’aereo. Se per la maggior parte delle compagnie europee gli stipendi medi non sono assolutamente da ignorare, ve ne sono altre a carattere internazionale nelle quali si potrebbero avere condizioni decisamente più vantaggiose.

Uno dei paesi più rinomati in tal senso è sicuramente il Qatar, dove la compagnia di bandiera offre un inquadramento contrattuale decisamente più accattivante, sia a livello economico che di tutele personali.

Anche gli Stati Uniti si collocano tra i Paesi con un’ottima retribuzione per i propri comandanti. Lo stipendio di un comandante dell’americana Delta Airlines può raggiungere anche i 200.000 dollari l’anno.

Infine, sarebbe impossibile non citare l’Asia, una delle zone meglio paganti del settore dell’aviazione. Il guadagno potenziale di un professionista, in questo caso, sarebbe di 306.000 dollari l’anno.

PS. Vorresti iniziare a lavorare come pilota di volo in una delle più prestigiose compagnie aeree e raggiungere questi guadagni? Partecipa ai corsi della nostra scuola di volo Urbe Aero a Roma!

Inizia adesso la tua carriera di pilota

Urbe Aero è la scuola giusta per te

Urbe Aero
Urbe Aero - New Aircraft